Crediamo in Dio e in tutti i Suoi Profeti

Di': “Crediamo in Allah e in quello che ha fatto scendere su di noi e in quello che ha fatto scendere su Abramo, Ismaele, Isacco, Giacobbe e le Tribù, e in ciò che, da parte del Signore, è stato dato a Mosè, a Gesù e ai Profeti: non facciamo alcuna differenza tra loro e a Lui siamo sottomessi”. [Corano, 3:84]

18 giugno 2011

Corano Al Fatiha Surah 1

Primo capitolo del Sacro Corano, Arabo con sottotitoli in italiano



Questa sura si chiama: AlFatiha (l'aprente), Umm Alkitab (la madre del Libro), Umm Alquran (la madre del Corano) e Assabi' almathani ( i sette ripetuti). Nessuna preghiera è valida se non viene recitata la Fatiha.
Disse il Profeta (s): "Se si compie una preghiera senza recitare la madre del Corano, essa non è valida".
Abu Hurayra, che Allah sia soddisfatto di lui, riferì che l'Inviato di Allah (s) disse: "Allah, Benedetto e Altissimo ha detto: "Ho diviso la preghiera in due parti uguali tra Me e il Mio servo, la prima parte Mi appartiene, la seconda è la sua e gli concederò quello che Mi chiede". Recitate la Fatiha - proseguì il Profeta (s). Quando il servo dice:" La lode [appartiene] ad Allah, Signore dei mondi" Allah dice: "l Mio servo Mi ha lodato!"; quando il servo dice : "l Compassionevole, il Misericordioso", Allah dice: "l Mio servo Mi esalta". Quando il servo dice: "Re del Giorno del Giudizio", Allah dice: "il Mio servo Mi rende gloria". Quando recita :"Te noi adoriamo e a Te chiediamo aiuto", Allah dice : "uesto versetto è tra Me e il Mio servo, gli concederò quello che chiede". Quando conclude con: "Guidaci sulla retta via la via di coloro che hai colmato dei Tuoi doni, non di quelli che sono incorsi nella Tua ira, né degli sviati ", Allah dice: "ueste parole appartengono al Mio servo e gli concederò quello che chiede". (Riferito da Muslim e Bukhari).

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Invero, la religione presso Allah è l'Islàm

Allah testimonia, e con Lui gli Angeli e i sapienti, che non c'è dio all'infuori di Lui, Colui Che realizza la giustizia. Non c'è dio all'infuori di Lui, l'Eccelso, il Saggio. Invero, la religione presso Allah è l'Islàm*. Quelli che ricevettero la Scrittura caddero nella discordia, nemici gli uni degli altri, solo dopo aver avuto la scienza. Ma chi rifiuta i segni di Allah, [sappia che] Allah è rapido al conto. [Corano, 3:18-19]
*[“la religione presso Allah è l'Islàm”: nel rapporto tra uomo e il suo Creatore, (gloria a Lui l'Altissimo) la posizione del primo non può essere che di totale sottomissione, cioè islamica]