Crediamo in Dio e in tutti i Suoi Profeti

Di': “Crediamo in Allah e in quello che ha fatto scendere su di noi e in quello che ha fatto scendere su Abramo, Ismaele, Isacco, Giacobbe e le Tribù, e in ciò che, da parte del Signore, è stato dato a Mosè, a Gesù e ai Profeti: non facciamo alcuna differenza tra loro e a Lui siamo sottomessi”. [Corano, 3:84]

3 febbraio 2012

Guido Olimpio condannato per diffamazione

Condannato Guido Olimpio del Corriere della Sera
diffamò Youssef Nada e Chaleb Himmat

Guido Olimpio, editorialista
 MILANO / La Corte d’appello di Milano ha condannato Guido Olimpio per diffamazione ai danni di Youssef Nada e Chaleb Himmat. I due, presidente e vice presidente della Banca Al Taqwa con sede in Lugano,  furono indicati in un articolo di Olimpio pubblicato su il Corriere della Sera come finanziatori dell’estremismo islamico e di Hamas.

L’accusa, però, era del tutto falsa,  da qui la condanna di Olimpio  a risarcire 120 mila euro.
La Corte d’appello nella sua motivazione ha stigmatizzato le accuse  di Olimpio  definendole “mere congetture e illazioni”, dalle quali è seguita una “seria lesione alla reputazione”.
“Una condanna giusta – ha commentato l’avvocato Luca Bauccio difensore di Nada e Himmat – che fa giustizia di un linciaggio gratuito che ha prodotto effetti devastanti e del quale ancora oggi non si comprende il motivo”.

Banca Al-Taqwa
“All’epoca dell’articolo di Olimpio -  ha proseguito Bauccio – Youssef Nada e Chaleb Himmat erano a capo di una banca: inevitabile come la falsa notizia di finanziamenti all’estremismo e al terrorismo islamico producesse, come è stato accertato dalla Corte d’appello,  effetti gravissimi tra cui procedimenti penali e amministrativi, tutti archiviati per la assoluta assenza di comportamenti illeciti a carico di Nada e Himmat.
Durante il processo Guido Olimpio, difeso dall’avvocato Caterina Malavenda, aveva pure prodotto a sua difesa  dossier dei servizi segreti risultati – come hanno accertato i giudici – parzialmente falsificati nella data. (Media & Diritto)

Leggi anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Invero, la religione presso Allah è l'Islàm

Allah testimonia, e con Lui gli Angeli e i sapienti, che non c'è dio all'infuori di Lui, Colui Che realizza la giustizia. Non c'è dio all'infuori di Lui, l'Eccelso, il Saggio. Invero, la religione presso Allah è l'Islàm*. Quelli che ricevettero la Scrittura caddero nella discordia, nemici gli uni degli altri, solo dopo aver avuto la scienza. Ma chi rifiuta i segni di Allah, [sappia che] Allah è rapido al conto. [Corano, 3:18-19]
*[“la religione presso Allah è l'Islàm”: nel rapporto tra uomo e il suo Creatore, (gloria a Lui l'Altissimo) la posizione del primo non può essere che di totale sottomissione, cioè islamica]