Crediamo in Dio e in tutti i Suoi Profeti

Di': “Crediamo in Allah e in quello che ha fatto scendere su di noi e in quello che ha fatto scendere su Abramo, Ismaele, Isacco, Giacobbe e le Tribù, e in ciò che, da parte del Signore, è stato dato a Mosè, a Gesù e ai Profeti: non facciamo alcuna differenza tra loro e a Lui siamo sottomessi”. [Corano, 3:84]

20 marzo 2012

I HADITH DEL PROFETA

I HADITH

 
Gli Ahadith - احاديث - (letteralmente: detti, racconti o narrazione attribuita al Profeta Muhammad**) insieme e parallelamente al Corano costituiscono la fonte dottrinale su cui si fonda l'Islam Sunnita , la sua Teologia, le sue Norme comportamentali e la sua Legge (Fiqh - Giurisprudenza).
Questi costituiscono e ci tramandano la SUNNA del Profeta Muhammad**(Letteralmente: tradizione/consuetudine, estrapolati dai Suoi detti, i Suoi comportamenti ed i costumi di vita - da qui Sunniti- Coloro che seguono le consuetudini del Profeta**) e si pongono come modello guida "non opzionale" per ogni Musulmano praticante.
Fondamentale chiarire che la Sunna del Profeta** non è secondaria al Corano ma complementare. Ricordiamo che:

Egli (il Profeta) non parla per propria inclinazione
[Corano, Sura LIII v. 3].


Anzi essa di fatto "spiega e completa" il Corano senza il quale non sapremmo, un esempio tra molti, nemmeno quante Rakaat (unità) fare nelle diverse preghiere o come compiere l'Hajj (il Pellegrinaggio). Questo e molto altro è esplicato dagli Ahadith del Profeta**. Gli Ahadith sono centinaia di migliaia (divisi per ogni argomento trattato) e formano un vero a proprio "manuale di istruzione" che tocca ogni aspetto della vita dell'uomo:
ES. Come mangiare, come viaggiare, come commerciare, come vestirsi, come esplicare i vari atti di adorazione, sulla pulizia personale, sul modi di porsi con gli altri, sulla salute, sulle malattie, sulle cose evitare, come relazionare con la moglie ed i figli etc.
Vi sono poi "scismi - divisioni" minoritari (vari) all'interno dell'Islam dando credito anche alle "nuove" indicazioni suggerite dagli Imam (come nel Sufismo ma ancor più nello Shiismo), considerati come nuove "guide" da seguire (specie tra gli Shiiti, che li considerano i "veri eredi" e guide dell'Islam perchè provenienti dalla linea di sangue del Cugino del Profeta**. 'Ali Ibn Abu Talib - Iddio sia compiaciuto di Lui, cugino e genero del Profeta** oltre che 4° Califfo):
Clicca e leggi su WIKIPEDIA: Shiiti
Questa minoranza (appena il 10% del mondo Islamico), suddivisa poi in altre sottocategorie che fanno riferimento addirittura ad altre collezioni di Ahadith (degli Imam stessi,e NON DEL PROFETA**), ha in Iran la sua massima espressione ed è considerata "molto deviata" secondo la maggioranza dei Sapienti Sunniti, sino a ricevere da alcuni una Fatwa (responso Giuridico) di Kufr (Miscredenza).
Infatti in merito disse il Profeta Muhammad**:

"La religione Ebraica si divise in 71 fazioni quella Cristiana in 72 e quella Musulmana si dividerà in 73. Tutte saranno nel Fuoco tranne una.

Questo hadith continua spiegando che l'eccezione sarà quella Umma (Comunità) che segue nel modo migliore le gesta/tradizione del Profeta**, ovvero la sua Sunna.
La narrazione della Sunna (tradizione Profetica) deriva dagli Ahadith che quindi ricoprono una funzione essenziale per il Musulmano devoto. Abbandonare la Sunna equivale allo sviamento di una corretta pratica Islamica e risulta una forte  "menomazione" del culto.
Allah (Dio)*** dice infatti:

"Avete nel Messaggero di Allah un bell'esempio per voi, per chi spera in Allah e nell'Ultimo Giorno e ricorda Allah frequentemente"
(Corano - Sura 33 v. 21)

" Prendete quello che il Messaggero vi dà e astenetevi da quel che vi nega e temete Allah. In verità Allah è severo nel castigo. " 
(Corano - Sura 59 v. 7)

Quando Allah e il Suo Inviato hanno decretato qualcosa, non è bene che il credente o la credente scelgano a modo loro. Chi disobbedisce ad Allah e al Suo Inviato palesemente si travia.
(Corano - Sura 33 v. 36)

Senza alcun dubbio si afferma che nessun Profeta (del Vecchio e del Nuovo Testamento), ne nessun altro uomo nella  storia è stato documentato nei dettagli e nei suoi detti e nel suo stile di vita in modo così vasto, meticoloso e soprattutto affidabile. Solo l'Islam vanta dei detti (oltre 600.000) che tramite una catena di trasmettitori nota e dettagliata risale sino al Profeta**.
Continuiamo dicendo che gli Ahadith sono classificabili in:
1-Qudsi (Lett. Santi - perchè la fonte a cui risalgono è Allah***)
2-Nabawy (perchè la fonte a cui risalgono è il Profeta**). 
Entrambi poi possono godere poi di vari gradi di bontà:
1- Sahih: Autentico
2- Hasan: buono
3- Da'if: debole
4- Gharib: Isolato (perchè non confermato da altri ahadith che narrano la medesima cosa)
5- Matruk: Lasciato (perchè i sapienti ritengono che siano quasi certamente non attendibili  grazie ad Ahadith Sahih che li contraddicono)
6- Mawdu': Apocrifo - fabbricato
7- Makdhub': Mendace

La classificazione in queste categorie avvenivano appunto in base ad una catena di trasmettitori (ISNAD) di cui si verificavano SCRUPOLOSAMENTE i comportamenti eccellenti ed irreprensibili.
Importante sapere che solo gli Ahadith Sahih (Autentici) e Hasan (Buoni) possono essere presi in considerazione nella interpretazione della Sharia (Legge Divina) e sua successiva applicazione (che avviene tramite il Fiqh -ovvero Giurisprudenza- il quale traduce la Sharia in, appunto, Norme e Leggi che compongono il "Codice Penale e Civile Islamico").
Gli Ahadith Daif (Deboli) possono invece essere presi in considerazione anche per le azioni quotidiane di Ibada (Adorazione).
Gli Ahadith vengono considerati oltremodo:
  •  « musnad »:
il che designa un Hadith con una catena completa di trasmettitori che risale fino al Profeta**.
  •  « mursal »:
il che designa un Hadith la cui catena di trasmettitori termina con un Seguace e non con il nome di un Compagno che costituisce il legame tra il Seguace e il Profeta**. L'autenticità di un Hadith mursal è riconosciuta se confermata da un altro Hadith mursal con una catena diversa di trasmettitori.
Gli Ahadith vengono MEMORIZZATI, come tradizioni insieme al Corano e molti Sapienti (Ulama) specializzati in Ahadith ne memorizzano migliaia.
Esistono varie raccolte, come quelle di AL BUKHARI, MUSLIM, ABU DAWOOD, AL TIRMIDHI etc.
Non tutte le opere esistenti (molte ed importantissime) sono tradotte in lingua Italiana, ma ne pubblichiamo alcune (uniche per ora disponibili nel nostro idioma):

HADITH QUDSI





  
40 HADITH DI AN NAWAWI
SAHIH AL BUKHARI




RIYAD AS SALIHIN
DI AN NAWAWI



 Sorgente su: www.walidmuslim.com



Scrivici via Email:
lmticino@yahoo.fr
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Invero, la religione presso Allah è l'Islàm

Allah testimonia, e con Lui gli Angeli e i sapienti, che non c'è dio all'infuori di Lui, Colui Che realizza la giustizia. Non c'è dio all'infuori di Lui, l'Eccelso, il Saggio. Invero, la religione presso Allah è l'Islàm*. Quelli che ricevettero la Scrittura caddero nella discordia, nemici gli uni degli altri, solo dopo aver avuto la scienza. Ma chi rifiuta i segni di Allah, [sappia che] Allah è rapido al conto. [Corano, 3:18-19]
*[“la religione presso Allah è l'Islàm”: nel rapporto tra uomo e il suo Creatore, (gloria a Lui l'Altissimo) la posizione del primo non può essere che di totale sottomissione, cioè islamica]