Crediamo in Dio e in tutti i Suoi Profeti

Di': “Crediamo in Allah e in quello che ha fatto scendere su di noi e in quello che ha fatto scendere su Abramo, Ismaele, Isacco, Giacobbe e le Tribù, e in ciò che, da parte del Signore, è stato dato a Mosè, a Gesù e ai Profeti: non facciamo alcuna differenza tra loro e a Lui siamo sottomessi”. [Corano, 3:84]

9 marzo 2012

Turchia. scoperta una Bibbia scritta 15 secoli fa

Da EuroNews
Durante un’operazione antiricettazione nel 2000, la polizia turca ha trovato una Bibbia finita in un deposito e riscoperta solo ora.
Scritta a mano e in ottimo stato di conservazione, contiene molte tracce del periodo a cui risale.
La Bibbia sarebbe in aramaico con alfabeto siriaco su fogli di pelle. Il suo valore è di 17 milioni di euro.
Potrebbe essere una copia del controverso Vangelo di Barnaba che, secondo i musulmani, è un vangelo originale poi soppresso.
Il Vaticano ha intanto chiesto alla Turchia il permesso di esaminare il documento.
Il Vangelo di Barnaba contraddice il racconto canonico del Nuovo Testamento, ma ha una forte similitudine con la visione islamica di Gesù.
Il Tribunale di Ankara ha inviato al Ministero del Turismo la Bibbia, che verrà esposta dopo una serie di lavori di restauro necessari nonostante le sue buone condizioni.
 Guarda il video.







Da il messaggero Venerdì 24 Febbraio 2012

ROMA- Il Vaticano ha chiesto alla Turchia di esaminare l’antica Bibbia scritta 1500 anni fa. Il manoscritto in pelle, che vale 17 milioni di euro, è stato rinvenuto dalla polizia nel sud della Turchia durante un'operazione anti-ricettazione nel 2000.
 
L’opera sacra, affidata da poco al Museo etnografico di Ankara, è stata richiesta dalla Curia vaticana. La notizia è stata data dal ministro della Cultura e del Turismo Ertuğrul Günay ed è stata riportata dall’agenzia Anadolu. Scritta in aramaico con alfabeto siriaco, la Bibbia ha fatto nascere la curiosità dello Stato Vaticano in quanto sembrerebbe che la copia sia del controverso Vangelo di Barnaba che, secondo i musulmani, sembrerebbe un vangelo originale soppresso nei secoli avvenire.

 E' stata scritta in una lingua simile a quella parlata da Gesù”, ha spiegato il ministro all’agenzia di stampa turca,“probabilmente si tratta di aramaico”. Le copie più antiche del Vangelo di Barnaba risalgono al XVI secolo e sono scritte in italiano e spagnolo. Il Vangelo di Barnaba contraddice il racconto canonico del Nuovo Testamento ma ha un forte parallelismo con la visione islamica di Gesù. Molti dei suoi contenuti e temi sono analoghe alle idee islamiche e include una profezia di Gesù sull'arrivo del profeta Maometto sulla terra. Il manoscritto, oltre ad avere un’enorme valore storico-religioso ha un valore reale di 17 milioni di euro e per una sola copia fotostatica, “viene stimata in 1,3 o anche 1,7 milioni” si legge tra le pagine del quotidiano filogovernativo Today’s Zaman.

Nota aggiuntiva:
Comunque dobbiamo seguire gli sviluppi e le traduzioni del libro, siccome alcuni vaticanisti fanno notare errori che noi non possiamo riconoscere, dunque solo gli esperti potranno leggere e valutare il testo. Ecco qui la risposta di Tosatti:
http://vaticaninsider.lastampa.it/homepage/nel-mondo/dettaglio-articolo/articolo/bibbia-bible-biblia-13182/

Scrivici via Email:
lmticino@yahoo.fr

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Invero, la religione presso Allah è l'Islàm

Allah testimonia, e con Lui gli Angeli e i sapienti, che non c'è dio all'infuori di Lui, Colui Che realizza la giustizia. Non c'è dio all'infuori di Lui, l'Eccelso, il Saggio. Invero, la religione presso Allah è l'Islàm*. Quelli che ricevettero la Scrittura caddero nella discordia, nemici gli uni degli altri, solo dopo aver avuto la scienza. Ma chi rifiuta i segni di Allah, [sappia che] Allah è rapido al conto. [Corano, 3:18-19]
*[“la religione presso Allah è l'Islàm”: nel rapporto tra uomo e il suo Creatore, (gloria a Lui l'Altissimo) la posizione del primo non può essere che di totale sottomissione, cioè islamica]