Crediamo in Dio e in tutti i Suoi Profeti

Di': “Crediamo in Allah e in quello che ha fatto scendere su di noi e in quello che ha fatto scendere su Abramo, Ismaele, Isacco, Giacobbe e le Tribù, e in ciò che, da parte del Signore, è stato dato a Mosè, a Gesù e ai Profeti: non facciamo alcuna differenza tra loro e a Lui siamo sottomessi”. [Corano, 3:84]

2 luglio 2012

La parola “Allah” nella Bibbia di Nazareth

[Breve introduzione di Mahmoud Harri in corsivo]

Bibbia da Nazareth (Israele)
Se potessimo andare nella Terra Santa, la culla del monoteismo, e potessimo visitare le Basiliche a  Nazareth o a Betlemme, ci troveremmo tra le mani sia il Vecchio che il Nuovo Testamento in una lingua non a tutti famigliare: l'arabo. La lingua parlata ormai da generazioni in quelle città.

Se aprissimo quella Bibbia scopriremmo un termine a noi famigliare:



La parola “Allah” nella Bibbia in Arabo

"Allah" in scrittura araba
Le immagini sotto, con l’eccezione della prima, sono direttamente tratte dalla Sacra Bibbia in Arabo, chiamata “al-Kitâb al-Muqadis” (cioè il Libro Sacro), che è la scrittura usata dai Cristiani Arabi (circa 15-20 milioni nel Medio Oriente). Affinché coloro che non sono familiari con la scrittura araba possano avere un criterio di paragone, la prima immagine riportata è un versetto del Corano – la scrittura sacra dei musulmani.

In tutte le immagini, la parola araba “Allah” è sottolineata in rosso, per essere facilmente identificata. Confrontando le immagini, il lettore sarà in grado di vedere con i propri occhi che la parola “Allah” appare sia nel Corano che nella Bibbia (Antico e Nuovo Testamento), dato che è semplicemente il nome arabo per la parola Dio.

A Dio piacendo, gli esempi aiuteranno ad estinguere i dubbi di chi è stato abituato a credere che i Musulmani adorino un Dio differente, tramite propaganda ostile dei mass media. Speriamo che questa sia una documentazione sufficiente per coloro che hanno ancora dubbi a questo proposito.



Corano

Corano 1:1 – Traduzione italiana
“Nel nome di Dio, il Compassionevole, il Misericordioso”
Corano 1:1 – Traslitterazione
“Bismi-Allahi ar-Rahmani, ar-Raheem”
Corano 1:1 – Arabo

Antico Testamento

Genesi 1:1 – Bibbia in Italiano – versione CEI/Gerusalemme
In principio Dio creò il cielo e la terra.
Genesi 1:1 – Transliterazione in Arabo
“Fee al-badi’ khalaqa Allahu as-Samaawaat wa al-Ard . . . “
Genesi 1:1 – Bibbia in Arabo
Nuovo Testamento
Luca 1:30 – Bibbia in Italiano – versione CEI/Gerusalemme
“L’angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio.”
Luca 1:30 – Translitterazione araba
” . . . Laa takhaafee, yaa Maryam, li-annaki qad wajadti ni’amat(an) i’nda Allahi.”
Luca 1:30 – Bibba Araba
Luca 3:38 – Bibbia Italiana
figlio di Enos, figlio di Set, figlio di Adamo, figlio di Dio.
Luca 3:38 – Traslitterazione araba
“bini Anoosha, bini Sheeti, bini Aaadama, abni Allahi.”
Luca 3:38 – Bibbia Araba

Leggi anche: Ma l'Islam non rinnega Gesù

Volete scaricarlo in pdf? Cliccate qui!
 
PS. Tradotto da Francesca Bocca del Monferrato dall’originale di “Abu Imân cAbd ar-Rahmân Robert Squires”
 
Originale sul sito Islamicamente
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Invero, la religione presso Allah è l'Islàm

Allah testimonia, e con Lui gli Angeli e i sapienti, che non c'è dio all'infuori di Lui, Colui Che realizza la giustizia. Non c'è dio all'infuori di Lui, l'Eccelso, il Saggio. Invero, la religione presso Allah è l'Islàm*. Quelli che ricevettero la Scrittura caddero nella discordia, nemici gli uni degli altri, solo dopo aver avuto la scienza. Ma chi rifiuta i segni di Allah, [sappia che] Allah è rapido al conto. [Corano, 3:18-19]
*[“la religione presso Allah è l'Islàm”: nel rapporto tra uomo e il suo Creatore, (gloria a Lui l'Altissimo) la posizione del primo non può essere che di totale sottomissione, cioè islamica]