Crediamo in Dio e in tutti i Suoi Profeti

Di': “Crediamo in Allah e in quello che ha fatto scendere su di noi e in quello che ha fatto scendere su Abramo, Ismaele, Isacco, Giacobbe e le Tribù, e in ciò che, da parte del Signore, è stato dato a Mosè, a Gesù e ai Profeti: non facciamo alcuna differenza tra loro e a Lui siamo sottomessi”. [Corano, 3:84]

6 aprile 2013

Israele rompe la tregua con Hamas, bombarda Gaza e uccide due palestinesi

Raid israeliano contro la Striscia di Gaza




Gaza-InfoPal /Ma’an. Per la prima volta da novembre scorso, nella serata di martedì 2 aprile, l’aviazione militare israeliana ha effettuato due bombardamenti contro la Striscia di Gaza.
Testimoni oculari hanno riferito di due attacchi aerei israeliani, con un missile sganciato sull’area di al-Tuffah, ed est di Gaza, e un altro nella zona di Beit Lahia, nel nord.
I bombardamenti non hanno provocato vittime, mentre gli aerei da guerra israeliani hanno continuato a sorvolare i cieli di Gaza a bassa quota.
Poche ore prima del raid israeliano, i media ebraici avevano riferito di razzi lanciati dalla Striscia di Gaza contro obiettivi israeliani nel Negev occidentale, nei territori del’48. L’incidente sarebbe avvenuto dopo l’annuncio del decesso del prigioniero Maysara Abu Hamdiya.
L’agenzia stampa palestinese, Ma’an, sul proprio sito web, ha riferito che il lancio dei razzi, prodotti localmente, è stato rivendicato da un gruppo salafita di Gaza.
Stando a quanto riferito da Ma’an, il gruppo, Consiglio della Shura dei Mujahideen, avrebbe dichiarato di aver sparato due razzi contro il kibbutz di Nir Oz, nel complesso coloniale di Eshkol, a sud della Striscia di Gaza.
Le forze di occupazione israeliane, invece, avevano riferito di colpi di mortaio sparati contro diverse aree israeliane vicine a Gaza.

Ticino online del 04.04.2013

Territori, due palestinesi uccisi da esercito

TEL AVIV - Due giovani palestinesi sono stati uccisi nella notte in Cisgiordania dall'esercito israeliano, dopo che - secondo fonti militari - avevano cercato di attaccare una postazione militare con bottiglie incendiarie.
Un primo bilancio parlava di una vittima, di 17 anni. Stamane è stato recuperato un secondo cadavere.
Da Gaza miliziani palestinesi hanno sparato alcuni colpi di mortaio. Nelle località del Neghev vicine alla Striscia sono risuonate le sirene di allarme.
In Cisgiordania l'esercito israeliano ha intanto predisposto severe misure di sicurezza in vista dei funerali - che si svolgeranno oggi a Hebron - di Maysar Abu Hamadyia, un detenuto palestinese di 64 anni morto nei giorni scorsi per un tumore mentre scontava un ergastolo in Israele.
Da parte palestinese si accusa Israele di responsabilità diretta nella sua morte per "mesi di negligenze mediche". Israele replica di avergli prestato la assistenza necessaria.

ATS

Leggi anche:

Israele bombarda Gaza e si finge vittima

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Invero, la religione presso Allah è l'Islàm

Allah testimonia, e con Lui gli Angeli e i sapienti, che non c'è dio all'infuori di Lui, Colui Che realizza la giustizia. Non c'è dio all'infuori di Lui, l'Eccelso, il Saggio. Invero, la religione presso Allah è l'Islàm*. Quelli che ricevettero la Scrittura caddero nella discordia, nemici gli uni degli altri, solo dopo aver avuto la scienza. Ma chi rifiuta i segni di Allah, [sappia che] Allah è rapido al conto. [Corano, 3:18-19]
*[“la religione presso Allah è l'Islàm”: nel rapporto tra uomo e il suo Creatore, (gloria a Lui l'Altissimo) la posizione del primo non può essere che di totale sottomissione, cioè islamica]