Crediamo in Dio e in tutti i Suoi Profeti

Di': “Crediamo in Allah e in quello che ha fatto scendere su di noi e in quello che ha fatto scendere su Abramo, Ismaele, Isacco, Giacobbe e le Tribù, e in ciò che, da parte del Signore, è stato dato a Mosè, a Gesù e ai Profeti: non facciamo alcuna differenza tra loro e a Lui siamo sottomessi”. [Corano, 3:84]

27 giugno 2013

Philippe Karsenty condannato per diffamazione

La Corte d'appello di Parigi ha confermato mercoledì 26 giugno, la condanna per diffamazione di Philippe Karsenty

Fonte: Ummah News Italia

27/06/2013

La Corte d'appello di Parigi ha confermato mercoledì 26 giugno, la condanna per diffamazione di Philippe Karsenty. 

Il Direttore del Media Rating, aveva accusato il giornalista Charles Enderlin e France Télévisions di diffondere notizie false in merito alla storia della morte di Mohammed Al-Dura, un giovane palestinese di 12 anni ucciso a Gaza nel settembre 2000 da un proiettile sparato dall'esercito israeliano tra le braccia di suo padre davanti alle telecamere del corrispondente di France 2 a Gerusalemme.



Philippe Karsenty
Charles Enderlin e France Télévisions "hanno accolto con gioia questa sentenza che arriva dopo anni nei quali l'onore del giornalista è stato messo a dura prova. Al di là del merito riconosciuto ad un giornalista, questa sentenza va anche a tutti coloro che fanno il loro lavoro di informare la gente con professionalità" ha detto France Télévisions in un comunicato stampa.  

La morte di Mohammed al-Dura è rimasta nella storia della televisione francese. Le immagini, pubblicate il 30 Settembre 2000, quando vi fu la seconda intifada, sono state emotivamente molto toccanti e hanno fatto velocemente il giro di tutto il mondo. 




"La verità è stata stabilita. Si spera che da questo momento tutti coloro che preferiscono la fantasia alla verità, cercando di promuoverla attraverso campagne di molestie rivolte ai giornalisti che lavorano con onestà, abbiano ricevuto e ben compreso  il messaggio inviato dai giudici ", ha detto il giornalista sul suo blog. Dodici anni dopo, Charles Enderlin ha finalmente ottenuto giustizia. 


                                                                   
Charles Enderlin
Fonte: Ummah News Italia


Leggi anche:

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Invero, la religione presso Allah è l'Islàm

Allah testimonia, e con Lui gli Angeli e i sapienti, che non c'è dio all'infuori di Lui, Colui Che realizza la giustizia. Non c'è dio all'infuori di Lui, l'Eccelso, il Saggio. Invero, la religione presso Allah è l'Islàm*. Quelli che ricevettero la Scrittura caddero nella discordia, nemici gli uni degli altri, solo dopo aver avuto la scienza. Ma chi rifiuta i segni di Allah, [sappia che] Allah è rapido al conto. [Corano, 3:18-19]
*[“la religione presso Allah è l'Islàm”: nel rapporto tra uomo e il suo Creatore, (gloria a Lui l'Altissimo) la posizione del primo non può essere che di totale sottomissione, cioè islamica]