Crediamo in Dio e in tutti i Suoi Profeti

Di': “Crediamo in Allah e in quello che ha fatto scendere su di noi e in quello che ha fatto scendere su Abramo, Ismaele, Isacco, Giacobbe e le Tribù, e in ciò che, da parte del Signore, è stato dato a Mosè, a Gesù e ai Profeti: non facciamo alcuna differenza tra loro e a Lui siamo sottomessi”. [Corano, 3:84]

21 ottobre 2013

Nuovo docufilm “Al Qaeda! Al Qaeda! – Come fabbricare il mostro in TV”

Diffamazione, un film sulle vittime del tritacarne della disinformazione



DA BEPPINO ENGLARO A YUSSEF NADA, “AL QAEDA! AL QAEDA! COME FABBRICARE IL MOSTRO IN TV” RACCOGLIE LE STORIE DI PERSONE CHE LORO MALGRADO HANNO OCCUPATO LE CRONACHE DEGLI ULTIMI TEMPI. GLI AUTORI: “IN UNA DEMOCRAZIA NON È ACCETTABILE CHE IL MONDO DEL GIORNALISMO VENGA INQUINATO DA MENZOGNE COSTRUITE A TAVOLINO”





Nel film si succedono la storia di Beppino Englaro, protagonista della incredibile gogna mediatica legata al dramma della figlia Eluana, la vicenda di Youssef Nada un banchiere musulmano indicato dai giornali e poi da Bush tra i finanziatori di Al Qaeda: tutto falso, come si è potuto dimostrare in seguito. E poi le storie di tante persone comuni, tutte unite dall’unico denominatore: l’avere incontrato sulla loro strada il loro diffamatore, il carnefice che ha tolto loro l’onore, la reputazione, l’identità.” da Youreporter News del 9 settembre 2012

Leggi anche:

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Invero, la religione presso Allah è l'Islàm

Allah testimonia, e con Lui gli Angeli e i sapienti, che non c'è dio all'infuori di Lui, Colui Che realizza la giustizia. Non c'è dio all'infuori di Lui, l'Eccelso, il Saggio. Invero, la religione presso Allah è l'Islàm*. Quelli che ricevettero la Scrittura caddero nella discordia, nemici gli uni degli altri, solo dopo aver avuto la scienza. Ma chi rifiuta i segni di Allah, [sappia che] Allah è rapido al conto. [Corano, 3:18-19]
*[“la religione presso Allah è l'Islàm”: nel rapporto tra uomo e il suo Creatore, (gloria a Lui l'Altissimo) la posizione del primo non può essere che di totale sottomissione, cioè islamica]