Crediamo in Dio e in tutti i Suoi Profeti

Di': “Crediamo in Allah e in quello che ha fatto scendere su di noi e in quello che ha fatto scendere su Abramo, Ismaele, Isacco, Giacobbe e le Tribù, e in ciò che, da parte del Signore, è stato dato a Mosè, a Gesù e ai Profeti: non facciamo alcuna differenza tra loro e a Lui siamo sottomessi”. [Corano, 3:84]

9 ottobre 2013

Pakistan. Musulmani proteggono le chiese

Attenendosi ai principi islamici e della Sunnah del Profeta Muhammad (pace e benedizione su di lui), i musulmani pakistani stanno formando catene umane intorno alle chiese, per proteggere le minoranze cristiane a seguito degli  attacchi mortali dello scorso settembre.

Organizzato da 'il Pakistan per Tutti', hanno partecipato decine di membri della società civile, studiosi religiosi, politici, artisti e accademici.


Lo scorso settembre, un paio di attentati suicidi nella città nord-occidentale di Peshawar, uccise  più di 80 persone, e causò  quasi 130 feriti  in una chiesa gremita. mentre i cristiani stavano effettuando il loro culto della Domenica.

Gli studiosi musulmani pakistani hanno condannato gli attacchi, dichiarando che vanno contro gli insegnamenti dell'Islam, il Corano e la Sunnah del Profeta Muhammad (pace su di lui).

Un gruppo chiamato  Jundullah,  ha rivendicato la responsabilità per gli attacchi e il suo portavoce, Ahmed Marwat ha detto che gli attentati rappresentano la loro vendetta per gli attacchi dei droni statunitensi nelle regioni tribali del Pakistan.

Ha avvertito che gli attacchi contro i non-musulmani continueranno, salvo che gli Stati Uniti fermino gli attacchi con i droni.

Il Parlamento ha  espresso solidarietà con la comunità cristiana e si è detto vicino alle famiglie in lutto.

Nel 2011, Sheikh Tahir ul-Qadri, uno studioso nato in Pakistan,  ha emesso una fatwa che condanna gli attentati suicidi, definendoli come una violazione sfacciata dei dogmi islamici pacifici.

I cristiani costituiscono circa il tre per cento dei 180 milioni di abitanti del Pakistan.

Fonte: Umma News Italia

Leggi anche:

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Invero, la religione presso Allah è l'Islàm

Allah testimonia, e con Lui gli Angeli e i sapienti, che non c'è dio all'infuori di Lui, Colui Che realizza la giustizia. Non c'è dio all'infuori di Lui, l'Eccelso, il Saggio. Invero, la religione presso Allah è l'Islàm*. Quelli che ricevettero la Scrittura caddero nella discordia, nemici gli uni degli altri, solo dopo aver avuto la scienza. Ma chi rifiuta i segni di Allah, [sappia che] Allah è rapido al conto. [Corano, 3:18-19]
*[“la religione presso Allah è l'Islàm”: nel rapporto tra uomo e il suo Creatore, (gloria a Lui l'Altissimo) la posizione del primo non può essere che di totale sottomissione, cioè islamica]